Una famiglia acquista una nuova auto

Auto da sostituire: quando non è più possibile rimandare l’appuntamento?

Sono molti gli italiani appassionati di motori. Tuttavia, il nostro Paese si caratterizza per una certa reticenza, messa in mostra dai comuni guidatori, al momento di procedere alla sostituzione del veicolo. Questo, almeno, è quanto emerge da una ricerca promossa dalla Compagnia Linear. Se posta a confronto con la maggior parte degli Stati Europei, l’Italia si distingue per la tendenza a mantenere in funzione l’auto il più a lungo possibile.

Possiedi un veicolo da diversi anni e non sai se è il momento giusto per mandarlo in pensione? Prosegui la lettura per scoprire quando cambiare l’auto.

Le motivazioni alla base dell’acquisto di una nuova vettura

Una percentuale superiore al 50% degli italiani, in base ai risultati della ricerca citata nelle precedenti righe, decide di acquistare una nuova vettura solo nel caso in cui quest’ultima sia stata oggetto di un grave incidente, soprattutto se la riparazione non risulta economicamente conveniente. Il 23% degli intervistati è solito mantenere in funzione una vettura per almeno 10 anni. A pari merito è la percentuale (il 2%) di chi non pensa minimamente di cambiare, e delle persone che, al contrario, tendono a sostituirla con cadenza annuale. Tra i motivi che portano all’acquisto, a primeggiare è la volontà di guidare un’auto più parsimoniosa nei consumi. Altrettanto importante è il fattore sicurezza. Meno frequente è la sostituzione dettata dalla volontà di possedere una vettura “alla moda”.

Assortimento di nuove parti di ricambio per auto

Gli elementi determinanti: chilometri percorsi, affidabilità, usura

Stai valutando l’acquisto di un’automobile, ma non sei affatto sicuro? Per prima cosa prendi in esame i chilometri percorsi dall’attuale veicolo. Se è tua intenzione venderlo, ricordati che un chilometraggio eccessivo potrà portare ad una svalutazione della vettura. Pertanto, cerca di non percorrere più di 50.000 km. Ovviamente, quanto appena detto è valido per chi è abituato ad usare saltuariamente l’auto.
Se ti siedi alla guida quotidianamente, macinando chilometri su chilometri nel corso dell’anno, i fattori fondamentali sono la sicurezza e l’affidabilità del mezzo. Utilizzare la stessa vettura per diversi anni porta inevitabilmente ad usurare non solo il motore, ma anche cambio e sterzo. In caso di mancata sostituzione ti troverai a fare i conti sempre più spesso con il meccanico, dovendo affrontare esborsi inattesi. In particolare, è una volta superata la soglia dei 100.000 km che gli interventi si faranno più frequenti.

Come allungare la vita di un’auto?

Ovviamente, eseguendo periodicamente gli interventi ordinari di manutenzione, la vita dell’auto è destinata ad allungarsi. Nel caso in cui si renda necessario procedere alla sostituzione di qualche “pezzo”, dai la priorità ai ricambi originali. Anche adottare uno stile di guida corretto, oltre ad assicurare a te e a chi è a bordo una maggiore sicurezza, vedrà l’auto trarne giovamento, soprattutto nel minore consumo di freni e pneumatici.

Commenta questo post

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *