Auto parcheggiate sotto gli alberi

Indipendentemente da marchio, tipologia, dimensioni e costo, l’auto rappresenta per molte persone un elemento imprescindibile. Sei abituato a considerare la tua vettura una sorta di seconda casa, e desideri mantenerla in perfetta efficienza, anche dal punto di vista estetico?

A seconda del periodo dell’anno è indispensabile proteggere l’auto in modo adeguato. Se non disponi di un garage dovrai adottare una serie di accorgimenti per evitare che i raggi del sole estivo, neve e gelo, mettano a rischio la carrozzeria e non solo.

Come proteggere la vettura in piena estate

Trovandoti a guidare nel corso di giornate estive piuttosto calde, avrai già compreso come insetti e resina caduta dagli alberi rappresentino due “pericoli” piuttosto diffusi. Vetri e carrozzeria vengono “contaminati” dagli elementi organici e, quando la vettura si trova parcheggiata in pieno sole, il rischio è che intacchino indelebilmente la vernice.

Anche la pioggia acida, i gas di scarico e le polveri chimiche, elementi tipici degli ambienti urbani, non devono essere sottovalutati. Possono dar luogo alla formazione di patine che, alle alte temperature, portano la carrozzeria a corrodersi. Il clima torrido è nemico anche dei sedili, soprattutto di quelli rivestiti di pelle.

Per questa serie di motivi è importante parcheggiare, nei mesi più caldi, in zone ombreggiate, o riparate da tetti e grondaie. Cercare di posizionare la vettura in modo che verso il sole venga a trovarsi la parte posteriore. Questo porterà le vetrate ad essere meno esposte al calore.

Parasole e lavaggi frequenti

Se hai programmato una vacanza al mare, l’utilizzo di un parasole si rivela indispensabile. In realtà uno non è sufficiente, in quanto dovrai proteggere, allo stesso momento, parabrezza e vetri laterali. Acquista un modello riflettente, garanzia di una minore conducibilità di calore.

Altrettanto fondamentale è lavare con regolarità la carrozzeria, intervenendo almeno una volta ogni 30 giorni e insistendo, in particolare, su fari e vetri. Ricordati, prima di procedere, di posizionare l’auto in una zona ombreggiata; agendo in questo modo la vettura non presenterà patine o macchie. Tre volte l’anno, terminato il lavaggio, applicare una cera dotata di potere sigillante avrà come effetto il rallentamento del processo di corrosione della vernice.

Auto coperta con telo

Temperature in picchiata: tra i rimedi più efficaci antigelo e termofedere

Una volta capito come proteggere l’auto nei mesi più caldi dell’anno, può essere utile qualche consiglio da tenere in considerazione nel periodo invernale.
Innanzitutto, se non lo possiedi già, acquista un antigelo, da utilizzare non solo per i liquidi presenti nel motore, ma anche per quelli dei tergicristalli. È proprio l’antigelo ad evitare la solidificazione degli stessi liquidi provocata dalle temperature estremamente rigide. Per quanto riguarda l’olio, in inverno è consigliato l’impiego di un prodotto a bassa viscosità.

Presta la massima attenzione anche alla batteria, ponendo a copertura una termofedera. Controlla frequentemente la condizione di candele, tubi e cinghie, ma anche l’usura delle spazzole. Non è raro che, nelle ore notturne, queste ultime si attacchino letteralmente al parabrezza. Una volta parcheggiato tienile sollevate per scongiurare il pericolo.

Commenta questo post

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *