Guidi quotidianamente l’auto per raggiungere il luogo di lavoro, accompagnare i tuoi figli a scuola, o per altri impegni familiari?

Qualunque sia il motivo che ti porta ogni giorno a sederti al volante della tua vettura, con il tempo avrai imparato a conoscere la maggior parte degli elementi del veicolo che possiedi. Ma anche gli appassionati in materia non sono infallibili, tanto che non è raro trovare chi non abbia idea di cosa siano i bordi salva cerchio. Continua a leggere per avere una panoramica esaustiva su questa componente progettata per proteggere i cerchi in lega e per evitare alle gomme possibili problemi derivanti dagli urti accidentali.

Cosa si intende per bordo salva cerchio?

Viene definito bordino salva cerchio (in inglese “Flange Protection”) la parte esterna dei fianchi delle gomme. Quest’ultima è composta da uno strato di gomma e ha nella resistenza all’abrasione la sua caratteristica principale.
A differenza di quanto alcuni pensano non esistono differenze tra il bordino di protezione del cerchio e il bordino destinato alla protezione dello pneumatico.

Ti sei mai chiesto quali siano le conseguenze di un danneggiamento del cerchione? Innanzitutto, il rischio è una veloce corrosione del cerchione stesso. A sua volta questo potrebbe dar luogo a problemi nella fase di equilibratura delle ruote. Ma un cerchione danneggiato dalla continua percorrenza di manti stradali irregolari è in grado di condurre anche alla possibile comparsa di bombature.

Cerchi in lega auto

Le caratteristiche principali del bordino

A rendere efficaci i bordi salva cerchio è l’utilizzo di uno strato di gomma più spesso in determinati punti. Un parcheggio eseguito frettolosamente che porti ad un contatto con una rampa o un marciapiede non sarà più fonte di preoccupazione dettata dal possibile cattivo stato del cerchione.

Nonostante quanto indicato fino ad ora, ancora oggi gran parte delle gomme standard non godono di queste protezioni. Tale scelta è legata dal fatto che, per le ruote in acciaio (ossia la tipologia di ruote destinata ad accogliere i salva cerchio) normalmente si preferisce impiegare dei copri mozzi in plastica, ritenuti più gradevoli dal punto di vista estetico. Non montare una protezione sembra garantire una flessibilità maggiore a livello di design del coprimozzo.

Scelte a livello di design e consigli per verificare la presenza del bordo salva cerchio

In realtà, sempre a livello di design del fianco, le auto che montano pneumatici completi di protezioni per il cerchio sono ormai disponibili in molte varianti. Diversi produttori adottano pneumatici nei quali la nervatura propone un leggero rilievo nella zona del tallone (nelle pareti laterali inferiori), oppure questa stessa parte si presenta profondamente incassata. Non mancano pneumatici con costole in rilievo nel punto di massima larghezza della sezione della gomma.

Desideri appurare se il tuo pneumatico è dotato o meno di bordi salva cerchio? Per farlo ti sarà sufficiente verificare l’esistenza di uno strato supplementare di gomma nel punto in cui lo pneumatico viene a contatto con il cerchio; sarà la struttura differente dei due elementi a facilitarti questo compito.

In ogni caso quello che ti consiglio è di far controllare con regolarità lo stato delle tue gomme e dei cerchioni dal tuo gommista di fiducia.

Commenta questo post

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *