Una ragazza che ha appena preso la patente

La patente di guida è da sempre uno dei primi obiettivi per i giovani che si avvicinano alla fatidica età dei 18 anni, ed è quasi un sinonimo di libertà e indipendenza.

Molte persone, inoltre, conseguono il titolo di guida anche in età più avanzata, e anche in questo caso il possesso della patente equivale a nuove opportunità di movimento per sé e per la propria famiglia, e a volte rappresenta una risorsa importante anche sul lavoro.

Vediamo, quindi, quali sono le procedure previste dalle nostre leggi per il conseguimento della patente di tipo B, cioè quella necessaria per guidare i più comuni tipi di automobile. Daremo uno sguardo, inoltre, a cosa bisogna fare per rinnovare una patente in scadenza.

I documenti necessari per conseguire la patente di guida

Come noto, per sostenere gli esami della patente B è necessario aver compiuto 18 anni, anche se si può frequentare il relativo corso anche prima di quest’età.

In occasione dell’iscrizione ad una scuola guida è necessario produrre la seguente documentazione:

  • n. 2 copie di un documento d’identità in corso di validità;
  • n. 2 copie del codice fiscale;
  • n. 2 fototessere;
  • attestazione di versamento di 24,00 euro sul conto corrente postale n. 9001;
  • n. 2 attestazioni di versamento di 16,00 euro sul conto corrente postale n. 4028;
  • certificato medico in bollo (16,00 euro).

Gli esami per ottenere la patente B

Una volta prodotta la documentazione richiesta e completata l’iscrizione, il candidato deve superare due prove, una teorica ed una pratica.

La prima, che segue un apposito corso formativo, consiste nella somministrazione di un test da 40 quesiti, che riguardano il funzionamento del veicolo e le regole di circolazione stradale.

La prova teorica si considera superata se si commettono al massimo 4 errori. A questo punto il candidato può richiedere l’emissione del cosiddetto Foglio Rosa, un titolo di guida provvisorio che ha validità di sei mesi. Entro questo arco di tempo è necessario superare anche la prova pratica, altrimenti si dovrà sostenere nuovamente il quiz teorico.

La prova pratica, cioè l’esame di guida vero e proprio, può essere sostenuto al termine di un corso di guide che comprenda un certo numero di ore da trascorrere su vari tipi di strade e in particolari condizioni di tempo e visibilità, come ad esempio nelle ore serali. In questo modo il candidato assume la necessaria sicurezza alla guida anche in condizioni particolari.

Superato l’esame, che deve avere una durata minima di 40 minuti, il candidato entra finalmente in possesso dell’agognata patente!

Patente B per auto

Il rinnovo della patente: la documentazione necessaria

La patente ha una validità limitata nel tempo. Dopo un certo numero di anni, pertanto, si rende necessario il rinnovo della patente.

In particolare, i periodi di validità legislativamente previsti sono i seguenti:

  • 10 anni, fino a 50 anni di età;
  • 5 anni, tra 50 e 70 anni di età;
  • 3 anni, tra 70 e 80 anni di età;
  • 2 anni, oltre gli 80 anni di età.

Per procedere al rinnovo della patente B, è necessario produrre la seguente documentazione:

  • copia della carta d’identità;
  • copia del codice fiscale;
  • patente da rinnovare;
  • n. 2 fototessere;
  • attestazione del versamento di 10,20 euro sul conto corrente postale n. 9001;
  • attestazione del versamento di 16,00 euro sul conto corrente postale n. 4028.

Rivolgendosi alla Motorizzazione Civile, a una delegazione ACI o ad un’autoscuola, sarà possibile fissare un incontro con il medico esaminatore che, in caso di visita con esito positivo, rilascerà un certificato provvisorio che abilita il candidato alla guida in via immediata.
Successivamente, l’interessato riceverà al proprio domicilio il nuovo documento di guida vero e proprio.

Ottenere e rinnovare la patente è il primo passo per poter guidare un’auto. Ma se vuoi farlo in maniera ancora più sicura ho preparato una guida gratuita per te e la tua famiglia che puoi scaricare da qui.

Commenta questo post

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *